GUIDA ALL'ACQUISTOSCEGLIERE I SERRAMENTI IN 10 PUNTI

L’acquisto di nuovi serramenti rappresenta una scelta di grande valore. Per questo motivo occorre valutare alcuni aspetti tecnici molto importanti per individuare un valido serramento.

ISOLAMENTO TERMICO

I serramenti da istallare nella nostra abitazione devono garantire un buon isolamento termico, per consentirci di ottenere un abbattimento delle spese di riscaldamento e di condizionamento.

Il valore di trasmittanza termica è l’unità di misura della dispersione termica di un infisso e indica quanto calore riesce ad attraversare un serramento. È dato dall’unione tra il valore di trasmittanza termica del profilo e del vetro. L’unità di misura della trasmittanza termica è U=W/mq.K ed ovviamente più valore numerico è basso e più è performante il serramento.   Essendo l’obiettivo del risparmio energetico quello di minimizzare la dispersione di calore, è necessario che il valore U di un serramento (in questo caso UW) sia uguale o inferiore a quello previsto in ogni zona climatica (la scala va da A a F), così da ridurre la quantità di calore disperso. Attualmente nella nostra zona climatica (E) il valore richiesto per le detrazioni fiscali è inferiore o uguale a 1.8 W/mq.K.

TENUTA ALLE INTEMPERIE

Un ottimo serramento deve proteggere dagli agenti atmosferici. Bisogna quindi verificare che i nuovi infissi rispettino le norme vigenti e siano certificati secondo le norme UNI a garanzia di: isolamento a tenuta all’aria, tenuta alle infiltrazioni d’acqua e resistenza al carico del vento.

Il valore di permeabilità all’aria indica la capacità di lasciar passare aria, il così detto ”spiffero”, quando il serramento è chiuso. La prova consiste nel creare una differenza di pressione tra l’esterno e l’interno del serramento; dopodiché si misura il volume d’aria che passa dalle infiltrazioni causate dall’allontanamento dell’anta dal telaio. La misura della permeabilità è suddivisa in 4 classi, da 1 a 4, in cui 4 è la migliore. Praticamente in classe 4 con un vento che soffia a 115 km/h non si verificano spifferi. La norma a cui fa riferimento è la UNI EN 12207.

Il valore di tenuta all’acqua indica la capacità del serramento di essere impermeabile  sotto l’azione di pioggia battente e in presenza di una determinata velocità del vento. La prova consiste nell’irrorare dell’acqua sulla facciata esterna del serramento a diverse pressioni, per simulare pioggia con vento, fino ad una pressione di 600 Pascal, pari a raffiche di vento a 113 km/ora. La classificazione dei serramenti, in funzione della loro capacità di resistere alle infiltrazioni d’acqua, avviene secondo la UNI EN 12208. La classificazione è divisa in 9 classi, dalla 1A alla 9°, la migliore, ma, quando si superano i valori della classe 9, la prestazione (ottima) viene indicata con la lettera E seguita dal valore di pressione esercitata.

Il valore di resistenza al carico del vento indica la capacità di un infisso di deformarsi limitatamente sotto l’azione di forti pressioni in modo da non compromettere le prestazioni funzionali. Non si devono rompere i punti di chiusura in modo da non creare pericoli per l’improvvisa apertura incontrollata. La classificazione, tiene conto di due fattori: la pressione del vento, con scala da 1 a 5 (la migliore) e la freccia relativa frontale, da A a C(la migliore). La combinazione dei due elementi da il risultato finale: il peggiore sarà A1 mentre C5 sarà il migliore.

2

TIPO DI VETRO

Il vetro nel serramento rappresenta la parte dell’involucro edilizio trasparente. Come per una parete, il vetro, è soggetto ad uno scambio termico con l’esterno della nostra abitazione. Lo scambio di calore attraverso il vetro avviene attraverso tre modi di propagazione: conduzione, convezione e irraggiamento.

Gli scambi di calore che si verificano per conduzione, convezione e irraggiamento attraverso una superficie vetrata sono espressi dal valore di trasmittanza termica della vetrata Ug. Maggiore è l’Udella vetrata, maggiori saranno gli scambi di calore.

Per il contenimento energetico si usa un tipo di vetro camera a basso emissivo con la canalina a bordo caldo e gas argon all’interno della stessa. Questo tipo di vetro consente maggiore contenimento di calore in inverno e maggiore arresto di calore in estate.

Il vetro singolo da 4 mm non ha alcun potere termoisolante. Proprio per questo motivo si è pensato di migliorare l’isolamento delle superfici vetrate racchiudendo tra due lastre di vetro un’intercapedine di aria, al fine di limitare gli scambi termici per convezione. Ma, per creare un maggiore contenimento energetico, negli anni sono state fatte altre migliorie. Infatti si è inserito il gas Argon nella canalina del vetro e inoltre è stato creato uno strato chiamato basso emissivo, ossia un vetro su cui è stata posata una pellicola di ossidi di metallo che ne migliora notevolmente le prestazioni di isolamento. I vetri basso emissivi riescono a trattenere gran parte del calore all’interno di un locale e allo stesso tempo riescono a proteggere l’interno di un abitazione dai raggi UV e dal calore del sole. Tutto ciò fa diventare il vetro più performante.

In determinate fasce climatiche, in cui non è sufficiente un vetro camera basso emissivo con gas argon, si opta per un vetro triplo in cui ci sono due intercapedini con gas argon e due vetri con basso emissivo.

3

SICUREZZA

I serramenti possono offrire un diverso grado di sicurezza a seconda degli accessori su di essi montati.

La presenza di dispositivi di chiusura standard ed eventuali “optional” qualitativi, come ad esempio ferramenta anti-intrusione ed anti-corrosione, possono combattere il fenomeno dei furti.

Ecco cosa può essere utile per una maggiore sicurezza, sulla base delle proprie esigenza effettive: la presenza di meccanismi di chiusura sulle ante con rispettivi riscontri sul telaio per finestre e porte; ovviamente più punti di chiusura ci sono e più sarà sicuro il serramento. Sui portoncini d’ingresso è importante che ci sia una serratura a tre punti di chiusura e, se si vuole un punto a favore, delle cerniere pesanti con rostri.

4

POSA IN OPERA

L’efficienza energetica di una finestra non dipende solo dalla tenuta del serramento ma anche da: il tipo di controtelaio utilizzato, i materiali impiegati per la posa, le metodologie di esecuzione dei nodi di collegamento tra l’infisso e la parte in muratura.
Il sistema di posa in opera è atto a garantire una migliore prestazione del serramento non solo su edifici di nuova costruzione ma anche in caso di semplice sostituzione.

Il montaggio dei serramenti costituisce sempre un punto critico, perché deve essere eseguito con grande cura e precisione da tecnici specializzati abilitati alla posa.

PosaClima, il sistema di posa ad alta efficienza energetica, rappresenta uno dei sistemi più evoluti e completi per la posa dei serramenti e rispetta tutti i suggerimenti e le indicazioni di Casa Clima. Questo sistema infatti considera la posa da ogni punto di vista, sia architettonico che prestazionale, e fornisce soluzioni precise e concetti di riferimento per affrontare casi speciali. Solo se il serramento sarà posato con queste regole potrà avere quelle prestazioni di isolamento termo-acustico che vengono misurate sulle ante e solo se la posa sarà eseguita in modo corretto il serramento moderno realmente concorrerà a migliorare il comfort e la qualità di vita negli ambienti interni oltre a garantire il necessario risparmio energetico.

5

ESTETICA

Gli infissi devono poter consentire la più ampia personalizzazione in termini di  colori, finiture, forme e dimensioni per poter soddisfare pienamente le specifiche esigenze abitative. Anche avere la possibilità di istallare serramenti bicolore per poter personalizzare gli infissi all’interno delle abitazioni e ottemperare, nel contempo, agli eventuali vincoli esistenti per le facciate esterne, può essere un punto a favore. Ovviamente le preferenze per i materiali e le finiture sono molto soggettivi e di solito sono anteposte al primo punto di questa piccola guida, ma non devono, insieme al costo, essere l’ unica unità di valutazione di un serramento

6

MANUTENZIONE

Bisogna scegliere un serramento che duri nel tempo mantenendo invariate le prestazioni originali e che richieda una manutenzione ridotta al minimo.
Ecco alcuni punti importanti da tenere presente:
– superfici esterne in materiali resistenti alle intemperie;
– ferramenta di apertura e chiusura con speciali leghe;
– guarnizioni in epdm o in pvc con grande memoria e alto potere elastico per resistere al freddo e al caldo.

7

GARANZIA

La provenienza e la garanzia delle materie prime e degli accessori e la loro rintracciabilità nel tempo sono un punto fondamentale per avere un ottimo serramento.

E’ fondamentale acquistare infissi di qualità, Made in Italy, dotati di certificazione di prestazione e di marcatura CE, a norma di legge.
Obbligatoria per legge dal febbraio 2010, la marcatura CE rappresenta il marchio Europeo di sicurezza, l’unico che garantisce che il prodotto acquistato sia conforme alla normativa europea.

8

PROFESSIONALITÀ E AFFIDABILITÀ

Questi sono altri due punti decisamente importanti per la scelta della ditta da cui farsi fare e posare il serramento. La professionalità di chi propone il serramento sta nel sapere illustrare e garantire tutte le possibili “variabili” che si possono presentare, che riguardano l’infisso ed i suoi accessori unitamente ad una posa ad arte.

L’affidabilità della ditta, che propone i serramenti, specialmente nel curare il post-vendita, è costituita anche dall’esperienza di tanti anni di lavoro sul campo. Sapersi porre a fianco del cliente con la propria esperienza. Valutarne le esigenze e individuarne le soluzioni migliori con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

9

ASSISTENZA POST VENDITA

Soprattutto quando si interviene sulla sostituzione di parti strutturali dell’edificio, come i serramenti, bisogna tener conto del naturale assestamento che avviene dopo l’installazione; è normale quindi che le finestre richiedano la registrazione della ferramenta.

Ma non solo…può succedere che piccoli difetti di fabbricazione possano evidenziarsi durante la fase del disimballo oppure durante il normale utilizzo del serramento. E’ allora che bisogna intervenire per risolvere i problemi con un ottima assistenza post-vendita che si basa sulla tempestività e sulla capacità nel risolvere i problemi

10